Alt Text

 

La psicoterapia è una cura dell’anima, una pratica fondata sulla relazione, sull’ascolto e la condivisione dell’intimità personale.

Il Percorso di cura è finalizzato allo sviluppo della consapevolezza di se, al riconoscimento, elaborazione e superamento delle cause inconsce di sofferenze e blocchi: diventa cosi possibile riprendere il filo interrotto della propria vita e scoprire nuovi autentici modi di relazionarsi con se stessi e con gli altri, di avere più fiducia e amore per sé,  più intimità con la verità della propria anima. 

Disagio dell’anima e malattia psichica. La sofferenza della nostra anima può assumere diverse forme ed esprimersi con sintomi psichici e somatici : ansia, attacchi di panico, insonnia, depressione, ossessioni, compulsioni, anoressia, bulimia, mancanza di energia fisica, irritabilità, difficoltà nelle relazioni. Non sempre questi sintomi sono indicativi di una malattia che va curata con i farmaci e l’espressione e l’ascolto del disagio favoriscono l’attenuazione dei sintomi e la ripresa dei movimenti verso la vita.

Spesso i sintomi sono l’espressione di conflitti irrisolti dell’inconscio, la manifestazione di ferite dell’anima che abbiamo negato e nascosto a noi stessi, un tradimento delle nostre esigenze più autentiche e profonde. Se compresi con attenzione possono condurci a recuperare un contatto più autentico e consapevole con noi stessi. 

 

Clients

Le cause collettive del disagio.

La psicoanalisi insegna che il malessere psichico è per un verso espressione di un conflitto inconscio e soggettivo, per un altro è sempre anche l’espressione di un malessere collettivo.

“Il discorso sociale oggi dominante incoraggia il trattamento dell’infelicità attraverso l’offerta illimitata di oggetti di consumo. Si tratta di un’illusione che anziché curare il soggetto dalla sua infelicità la alimenta continuamente. Il discorso sociale contemporaneo è infatti un discorso che tende a rompere le forme sociali del legame e a isolare i soggetti nel loro godimento solitario. Questa chiusura è un tratto pervasivo della contemporaneità che ostacola la formazione di legami sociali significativi e l’emergenza della dimensione più creativa del desiderio.
La dissoluzione dei legami simbolici, la mercificazione dei corpi e del desiderio, l’isolamento, la tristezza diffusa, l’obbligo al divertimento di massa, l’apatia futile, la mancanza di spazi sociali capaci di coltivare la dimensione della singolarità producono un senso di precarietà esistenziale e uno spegnimento degli interessi vitali” Massimo Recalcati.

L’uomo contemporaneo è spesso sordo al proprio singolare desiderio, alla propria vocazione ad essere pienamente dentro il mondo della vita. La psicanalisi offre un percorso di cura finalizzato a recuperare un contatto vitale con l’inconscio e stabilire una nuova alleanza con il proprio singolare desiderio.


 

adminPsicoterapia